Caffè BORBONE

Caffè BORBONE

Caffè BORBONE
Caffè BORBONE

Una leggenda racconta che la mattina del 10 maggio 1734, Carlo di Borbone prima di entrare a Napoli, volle fermarsi nel convento dei „Frati Minimi“, appena fuori Porta Capuana. Egli volle assaggiare quella bevanda scura, ricca di intensi profumi, dal gusto forte e deciso, che si diceva avesse proprietà di rinvigorire il corpo e lo spirito, e che tanto scrupolosamente era stata preparata dai frati per il nuovo Re. È in quel periodo che cominciava a delinearsi un gusto tutto napoletano nel preparare il caffè. E dopo circa duecentocinquant’anni, cambiano e migliorano le tecnologie, ma si rafforza in noi tutta la passione e la cura per preparare il vero caffè alla Napoletana, come solo i napoletani sanno fare.